Trevico
Home - Concorso Irpinia Mia Go to english version Venerd 23 Febbraio 2018 7:27


Condividi Facebook Google+ Twitter LinkedIn
Concorso Irpinia Mia 2011 << Indietro

Sezione Poesia
Z PPPU LU QUDRU
di Firinu Costantino

sc na iurnta cm' a l't,
bbtu fre, chiv nun pzz' ass.
Tra vglia sunnu, 'ngmm' a na sggia,
lu cummnctu m fsc apprissu.

Vu l'ITALIA, m chinghi lu cru.
Qunda munnzza cummglia r vi!
gn' guaglin' snza fata,
ttt l vicchi vnn 'ndrsta.

m? Na sciarratria a lu Guvrnu,
cu girc, Cmmr' Sntu.
Sciarratria 'nda ttt l partt,
sciarratria r fmmn pat.

"La Lega" pnza smb' a "La Padania",
"L" OPPOSIZIONE" rrm' nun z mv.
sc na iurnta cm'a l' t,
nunn' na dta ch fc la Storia.
La gnd, a la csa, ttta cundnda,
num pnz' a lu "G.I.P.",a lu " POOL" lu "P.I.L.".
fttu lu cllu mngu s lgna,
lu mnnu rr lu slcu chinghi.

Ra stt' a r mundgn, a l cumbn,
s' nn scurdtu tttu ru passtu.
Rnn ca cambm 'ngull' a l' t,
ra ni s vulssr scucchin.

Z Rccu ch m urda nda nu qudru,
cu na mrglia 'mbitt' allucdta,
cu l' ucchi me rc tnda cs,
m pr ca s' aggra p parln.

"Z R !", l rcu frmu cu la voc:
"ggiu captu buonu la parlta.
S murt' a lu Crsu p la Patria,
p qur 'nz r' ITALIA ch mangva.

Cind cingund' nn so' passt,
ra qunnu la nazion s' accucchita.
Cu ni, m, fi fsta pru tu:
l' ITALIA "UNITA", ra "TRIESTE a CEFAL".

Cm ? Tu crr ca, l 'ngppa,
la fsta nun z fc cu lu cru?
nna fa' cuss p fa' l vt!
Nun zm brtt, ma na 'nz "TERRONI".

..S vta snza "PREFERENZE", z R !
Sta lgg nu la vunn fa' cangia'.
nu m rc ca na "PORCATA",
ca su fttu gi m' ha 'nguiattu.

La gnd' a la casa, ttta cundnda,
pnza slu al "GRANDE FRATELLO".
fttu lu cllu mngu s lgna,
lu mnnu rr lu slcu chinghi.

...Lu " FEDERALISMO" p la "PADANIA"?
Z R ! Sttt bunu spnzrtu !
Cm' vru ca sti a la "Verit",
punn' av l' nu, ma nunn' nn l' ta.

P funi' l scirr p sta' 'mbc,
s' dda luva' "LU 'NDUPPU" a lu Guvrnu,
ch vr cumunst turnu turnu,
slu pcch nun dnn :"SIGNORS !"

...Vui scrv prpiu a lu " CAVALIERE "?
Nun t cumbrumtt, z R ! Sind' a m !
T rc ca " L' UNTO DEL SIGNORE",
p, parla 'Ngilu cu chi si tu.

Lu llu s' ammason' a st parl,
Lu slec' accummnza nu chiandllu.
Lu cicciu s' annaccva 'nda r bll,
lu cnu nunn' abbcca s lamnda.

...Ah! .. Tu vui slu scrv ca
t 'mbunnst 'ngullu nu frtu,
mizz' a r bmb, mndr lambsciva,
ca ra r " VERONA" grnd' amcu?

S ra re "VERONA" grnd' amcu,
la pt puru lgg. gi assi.
Ma chi r qustu tu num pui prtnn,
ca slu na mrglia p t mnna.

...S !.. T pt tratta', cm' a na pzza.
... pru ca s murtu p la "PATRIA"
ch lu vtt p, 'ngmm' a r mn?
...N ! Ra murtu, chi r qustu, num pui fa'.

...M, vui fa' scipru cu l suldt ?
...Ah ! Slu qur murt p la "PATRIA".
Tu pinz ca, vrnn tnda gnd,
capsc ca sm frt ttt qunda?

Z R, tu pird timbu, quannu pinz
ca fc ttt st raggiunamind.
Rc ca s cumunst pru lr,
ca s pcca "SECONDO LA QUESTURA".

Lu llu mtt 'mbla r galln,
'mbruvvsa na sflta 'mmizz' a l' ria.
Lu slcu, chianghinn' appn' appna,
sbtt r pnd 'mbitt' a nu catnu.

Sta trra, vrd slu re "SPERANZA",
nu rnn pn, ognnu s n vi.
S' prsa la vc r l vch,
s mr s cunzm' gn' pasu.

mm prsu l' addru r la trra,
mm prsu l valr' andch.
Pr simm' "EVOLUTI" assi chi frt,
cu "LA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA".


Zio Peppe e il quadro

Oggi un giorno come gli altri,
abito in campagna, piove e non posso uscire.
Nel dormiveglia, seduto su una sedia,
il Telegiornale insegue i miei pensieri.

Vedo l'ITALIA, mi piange il cuore.
Quanta immondizia ricopre le strade!
Ogni ragazzo senza lavoro,
tutti i vecchi si rattristano.

Ed ora? Un litigio nel Governo,
con giudici, Camera e Senato.
Litigio in tutti i partiti,
litigio di donne pagate.

" La Lega" pensa sempre a "La Padania",
" l' OPPOSIZIONE" dorme e non si muove.
Oggi un giorno come gli altri,
non una data che far Storia.
La gente, a casa, tutta contenta,
non pensa al "G.I.P.", al " POOL"e al "P.I.L.".
Ha fatto il callo e non si lamenta,
il mondo ride e il salice piange.

Sotto le montagne, ai confini,
hanno dimenticato tutto il passato.
Dicono che viviamo sulle spalle degli altri,
da noi vorrebbero separarsi.

Zio Rocco che mi guarda da un quadro,
con una medaglia sul petto lucidata,
con gli occhi mi dice tante cose,
mi sembra che si giri per parlare.

"Zio Rocco!", gli dico con voce decisa:
" Ho capito bene ci che vuoi dirmi.
Sei morto sul Carso per la patria,
per quella piccola parte dell' Italia che mancava.

Centocinquanta anni sono passati,
da quando la nazione si unita.
Con noi, ora, festeggi pure tu:
l' ITALIA "UNITA", da TRIESTE a CEFAL.

Come? Tu credi che, lass,
la festa non si fa con il cuore?
Devono agire cos, per raccogliere voti!
Non siamo brutti, ma solo un po' "TERRONI".

..Si vota senza "PREFERENZE", caro zio Rocco!
Questa legge non vogliono cambiarla.
E non dirmi che una "PORCATA",
perch questo fatto gi mi ha angosciato.

La gente a casa tutta contenta,
e pensa solo al "GRANDE FRATELLO".
Ha fatto il callo e non si lamenta,
il mondo ride e il salice piange.

...Il "FEDERALISMO" e poi la "PADANIA"?
(Caro) zio Rocco! Stai tranquillo!
Come vero che stai nel mondo della "Verit",
possono ottenere l'uno, ma non otterranno l' altra.

Per finire i litigi e per vivere in pace,
si deve togliere " L' INTOPPO" al Governo,
che vede comunisti dappertutto,
solo perch non dicono: " SIGNORS ".

..Vuoi scrivere proprio al "CAVALIERE"?
Non comprometterti, caro zio Rocco! Dammi ascolto!
Ti dice che " L' UNTO DEL SIGNORE",
e poi, parla in Cielo con chi sai tu.

Il gallo entra nel pollaio a queste parole,
il salice incomincia un pianto prolungato.
L' asino si nasconde tra le balle,
Il cane non abbaia e si lamenta.

..Ah!..Tu vuoi solo scrivere che
ti mettesti sulle spalle un ferito,
in mezzo alle bombe, mentre lampeggiava,
che era di "VERONA" e grande amico?

Se era di "VERONA" e grande amico,
la pu anche leggere. E gi molto.
Ma pi di questo tu non puoi pretendere,
perch solo una medaglia poi ti mander.

..S !..Ti pu trattare come uno straccio.
..E anche se sei morto per la " PATRIA ".
Vorresti forse picchiarlo poi sulle mani?
...No !..Da morto pi di questo non puoi fare.

...Ora, vuoi fare sciopero con i soldati?
..Ah ! Solo( con ) quelli morti per la " PATRIA".
Tu pensi che, vedendo tanta gente,
capisce che siamo tutti quanti fratelli?

(Caro) zio Rocco, tu perdi tempo, quando pensi
che far tutti questi ragionamenti.
Dir che sono comunisti anche loro,
e che sono pochi "SECONDO LA QUESTURA ".

Il gallo mette in fila le galline,
improvvisa un corteo in mezzo all' aia.
Il salice, piangendo molto poco ,
batte le punte contro un catino.

Questa terra, verde solo di " SPERANZA ",
non rende pane, e ognuno se ne va.
Si perduta la voce dei vichi,
si muore e si consuma ogni paese.

Abbiamo perduto l' odore della terra,
abbiamo perduto i valori antichi.
Per siamo "EVOLUTI" e molto pi forti,
con " LA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA ".
San Sossio Baronia 29/01/2011
<<-- Precedente
Copyright 2001-2015 Trevico.net - Tutti i diritti riservati
Credits | Contatti | Copyright | Privacy Policy



Ultimi aggiornamenti
Guestbook 07/12/2017
Eventi 21/10/2017
News 14/10/2017
Statistiche demografiche 23/09/2017


Valid HTML 4.01 Strict
CSS Valido!