Trevico
Home - Concorso Irpinia Mia Go to english version Domenica 21 Gennaio 2018 23:31


Condividi Facebook Google+ Twitter LinkedIn
Concorso Irpinia Mia 2010 << Indietro

Sezione Poesia
O POETA
di Acunzo Luciano

A famiglia mia, na marea e gente
dint'a na casa piccerella piccerella
io a quand'ero guagliunciello
teneve giÓ a smania e fÓ o poeta.
Sapite add˛ scrivevo?
dint'a na cucenella e pŔ scrivania
nu fuculare antico, ve ricordate chille fatte Ŕ prete.
Nu juorno ero assorto in un mio componimento
all'improvvido trasette pateme tutto sorridente,
ha..ha..ca ce sta il poeta scrive poesie
dimme na cosa ma te danne niente
o comme al solito pierde sulamente tiempe.
UffÓ papÓ a solita canzone...
allora siente a me nun Ó
nguacchiÓ sta carta
dint' a sta casa pure chelle costa.
PapÓ sta cosa m˛ te l'aggia dicere
io da allora t'ho sempre disobbedito
per˛ c'Ŕ sta nu fatto, io nguacchianne
nguacchianne carte coccos'Ŕ buono
come vedi pure l'aggio fatto.


Il Poeta

La mia famiglia una marea di gente,
dentro ad una casa piccola piccola,
io da quando ero giovincello
avevo giÓ la smania di fare il poeta,
sapete dove scrivevo?
Dentro ad una piccola cucina e per scrivania
un focolare antico, vi ricordate quello costruito in pietra.
Un giorno ero assorto in un mio componimento
all'improvviso entr˛ mio padre sorridente,
a.a. quý ci sta il poeta scrive poesie
dimmi una cosa ma ti danno niente
o come al solito perdi solo tempo,
uffÓ papÓ la solita canzone,
allora dammi ascolto non la
imbrattare questa carta, dentro
questa casa anche quella costa.
PapÓ io questa cosa adesso te la devo dire
io da allora ti ho sempre disubbidito
per˛ c'Ŕ un fatto, io imbrattando
imbrattando carte qualcosa di buono
come vedi sono riuscito a fare.
<<-- Precedente
Copyright 2001-2015 Trevico.net - Tutti i diritti riservati
Credits | Contatti | Copyright | Privacy Policy



Ultimi aggiornamenti
Guestbook 07/12/2017
Eventi 21/10/2017
News 14/10/2017
Statistiche demografiche 23/09/2017


Valid HTML 4.01 Strict
CSS Valido!