Trevico
Home - Competition Irpinia Mia - Section poetry Vai alla versione italiana Monday 25 June 2018 6:08


Condividi Facebook Google+ Twitter LinkedIn
Competition My Irpinia 2007 << Back

Second Prize
Section Poetry
THE THEATRE OF THE BLACK ANGELS
of Manag˛ Marco


La scenografia del teatro Ŕ naturale
maschere scarlatte, nel fango si muovono.
Ebbre, alla ribalta, sfidano il male
e, nell'arena, piangono, si commuovono.
Mattatori dell'interludio silenzioso
figli di un regista avventuroso.

Duettano con se stessi nel triste melodramma
ignorati dal pubblico, dal mondo
tra le quinte, belli di mamma
atti plurimi d'un ventre fecondo.
Nessun applauso oggi nÚ domani
da una platea di mimi col viso tra le mani.

Vittime della farsa di chi professa speranza
e intanto inscena odio, guerra
replica e sfrutta, alimenta distanza
crudele interprete, nemesi della Terra.
E' l'anfiteatro delle umane vergogne
di lontane societÓ che declamano menzogne.

La trama, vecchia, assottiglia le comparse
e la tenda si muove verso altre cittÓ
come un circo esoso di nuove genti sparse
in un crescendo finale che sgomina ogni cecitÓ.
Nuove prede per l'avido canovaccio
che inverte i ruoli, a braccio.

Un giorno scenderÓ "l'impresario" pi¨ grande
e dal proscenio dei cieli, attraverso gli angeli del loggione
spengerÓ luci, suoni e, senza domande
nell'argenteo lago di lacrime, ove poggia il carrozzone
farÓ schizzare, come fontane, milioni di mani e dita
nel monologo dei piccoli guitti dalla vita infinita!

<< First prize Third prize >>

Review
All it is carried out in the scene of a natural theatre where the actors of an ancient tragedy interpret affected their part while watching absentees assume their gestures for the situation of occurrence. Impresarios without scrupol feed the hatred increasing the distance between oppressors and oppressed. Modern defined societies reiterate the falsehhod ancient and contaminate new city in order to take advantage of who are easier to take advantage of, from always.
The lyric is intense, searched in the metaphors that repropose a theatral atmosphere, a kind of tragedy without catharsis, represented for inertia.
But concludes a ray of hope putting in scene the eschatological plan of the first impresario, then the divine justice will prevail and the justice sun will shine in the infinite life.
Franca Molinaro
Copyright 2001-2015 Trevico.net - All rights reserved
Credits | Contact | Copyright | Privacy Policy



Latest updates
Guestbook 23/06/2018
News 12/05/2018
Event 10/05/2018
Demografic statistics 27/03/2018


Valid HTML 4.01 Strict
CSS Valido!