Trevico
Home - Concorso Irpinia Mia Go to english version Venerdì 20 Luglio 2018 14:04


Condividi Facebook Google+ Twitter LinkedIn
Concorso Irpinia Mia 2010 << Indietro

Sezione Poesia
INTERVALLI IRPINI
di Liguoro Raffaele

Passare così tra i tuoi archi schiacciati
le cupole tue genuflesse e mute :
tra queste superbe
pacatezze di mela e questi violenti
abbracci di puledri ed onde
- che s'avvitano come morbidi
bulloni- quando il vento si fa amico
delle nuvole bigie
e tutt'intorno muove d'una viva
sonnolenza il tenue campanaccio d'una vacca:
mi snatura.

Allora come in una sacca sentire una luce
chiusa penetrare anche me fin dentro ai pori,
e dalle soffici lacerate candele di vetro
contro le corna degli uri fumosa una liquida
neve cadere incandescente per i fiati idròfobi
di tori enormi o di sauri primitivi
e le viti dei pastori fluire in altre vite
cercando il frutto con le dita e poi saltando
con zampe di capra o di centauro sulle schiene
decrescenti di Saturno che ora veglia addormentato.
E all'improvviso quell'asfittica luce
scalciare da dentro, garrire fremere pulsare
risalire dirompente dalla gola e frantumare
gli èmbrici d'argento e aperte cateratte venir
giù dalle gronde iridate e vedere sbadato
che il Sole è ancora al primo giro del compasso,
e cavalieri estirpate l'else scagliarsi
con spade verdi lance d'oro e fiondi palladie
contro bianchi giganti con tre mani;
e la gente,raccolta in un cerchio di pietre
sospese
ed avvolte sul cuore di Cìtera,
stupirsi che in alto non più come sempre
le sfere s'inseguono secondo le leggi
e stupire me pure questa terra leggera:
che non so più se io sia ancora un uomo
o un fossile affondato nella creta.

Così talvolta ritornare a queste estreme
curvature che levano lo sguardo all'orizzonte
per riscaldarmi ai bianchi incendi o appallottare
qualche crepa informe tra le mani,
quando la città è sempre e solo la città
ed i ladri sono ladri e gli onesti
rubano se stessi tra di loro
mentre continuo il Sole sia rosso che chiaro
carica la terra di ombre
che spesso non vediamo.
Così talvolta
io torno col pensiero a queste valli
fatte apposta per chi spera
e così disanimarmi
dentro a un sasso
come
Eco.
Copyright 2001-2015 Trevico.net - Tutti i diritti riservati
Credits | Contatti | Copyright | Privacy Policy



Ultimi aggiornamenti
Eventi 05/08/2018
Guestbook 10/07/2018
News 12/05/2018
Statistiche demografiche 27/03/2018


Valid HTML 4.01 Strict
CSS Valido!