Trevico
Home - Concorso Irpinia Mia Go to english version Mercoledì 26 Gennaio 2022 12:06


Condividi Facebook Google+ Twitter LinkedIn
Concorso Irpinia Mia 2011 << Indietro

Sezione Poesia
NA VICCHIARÈDDA
di Scarpone Antonio

Ng'è ‘na vicchiarèdda,
c'àbbita pocu luntane r'a casa mia,
ca se ne stai sèmpe sola
assettata a ‘na seggiulèdda
‘ngoppa ‘u ballaturu ‘nnanzi ‘u purtone suiu…
eppure nu poche cchiù sotta
s'accogliène tutte l'ate fèmmene
pe fà cufècchie e pe sparlà:
tènene ‘mmocca pure a Criste!
‘A viri sèmpe re spalle a llore
e guarda vèrse ‘ngoppa,
quasi pe nu' re ddà rètta!
È tant'aggarbata quanne te saluta,
chiamannete sèmpe pe nome,
e accussì, senza fà mai nu cuntu,
passa, ra tanta tièmpu, re ghiurnate!
Vulèsse trase ‘ngapa suia
pe verè che pènza e quali so' i ricordi suoi,
pecchè je nun pozze penzà
ca, oramai, aspètta sulu nu poste ‘Mparavise!


UNA VECCHIETTA
C'è una vecchietta,
che abita poco lontano da casa mia,
che se ne sta sempre da sola
seduta su una sediolina
sul ballatoio davanti al suo portone…
eppure un po' più sotto
si raggruppano tutte le altre donne
per fare pettegolezzi e per sparlare:
non risparmiano neppure Gesù Cristo!
La vedi sempre di spalle a loro
e guarda verso sopra,
quasi per non dar loro retta!
È così gentile quando ti saluta,
chiamandoti sempre per nome,
e così, senza mai raccontare nulla,
passa, da tanto tempo, le giornate!
Vorrei entrare nella sua testa
per vedere quello che pensa e quali sono i suoi ricordi,
perché io non posso pensare
che, ormai, aspetta solo di andare in Paradiso!
<<-- Precedente Successiva -->>
Copyright 2001-2020 Trevico.net - Tutti i diritti riservati
Contatti | Copyright | Privacy Policy


Ultimi aggiornamenti
Guestbook 24/01/2022
Eventi 23/08/2021
News 13/08/2021


Valid HTML 4.01 Strict
CSS Valido!