Trevico
Home - Concorso Irpinia Mia - Sezione poesia Go to english version Martedì 23 Gennaio 2018 17:08


Condividi Facebook Google+ Twitter LinkedIn
Concorso Irpinia Mia 2009 << Indietro

Secondo Premio
Sez. Poesia
SE POESIA E' VERITA'
di Saveriano Armando


Come all'alba trema ancora in due sillabe la luna
a marinare nel cielo orlato di latte e di pesca
il suo arretrare fioca alla luce speziata del mattino,
così a noi affiora sulla lingua un ricordo
che vorremmo indissolubile alla veglia
e vero da poterlo a capriccio visitare
quanto un goloso amore che valutammo male,
ma che già si rarefa in germoglio spettrale
a bisbigliarci l'intrattenibilità del passo
che svelto muove l'anima e la scioglie.

Parliamo di futuro senza vedere niente
desideriamo tutto con l'ingordigia del cuore indisponente
mentre la vita in sé resta invissuta
disoccupata sembra non funzionare bene.

Le ore si dilatano nel mondo in cerca d'umana ispirazione...
Noi inconsapevoli dei giorni dissipati
nei progetti incongrui ben legittimati,
nell'attrazione impudente della frode
-unica nostra appartenenza-,
ci adagiamo nel reato di abitare l'attesa senza senso
e cominciamo a caricare un orologio privo di lancette
che un po' prima della fine
non ci riconoscerà figli della morte.

Avremmo se sapessimo ascoltare
molte cose su cui meditare:
in special modo il tempo ci potrebbe svelare l'uso adatto
all'inizio e al termine degli interrogativi o dei percetti indecifrati
che inseniliscono strozzati tra ossessioni represse,
sentimenti frustrati, voglie provvisorie illimitate,
tra le prolifiche parole che rampicando trucchi
finsero di dire
o che tentando l'onestà di posseder significato
sfuggirono le bibbie e i manuali,
caddero spaccando la ragione storicamente muta,
contraddissero l'idea che la poesia sola è verità...

E maledettamente in fretta va sprecata.

<< Primo premio Terzo premio >>

Recensione
Dov'è la verità, si chiede il poeta, se la strada della vita si mostra lastricata di contraddizioni, incongruenze, percezioni indecifrate? Sembra di vivere, ma la vita rimane non vissuta se priva della pienezza dell'autenticità. Bisogna, dunque, meditare su molte cose: l'uso del tempo, i sentimenti, i desideri, ponendosi in ascolto, recuperando il senso alle parole, facendo luce in se stessi. Se poesia è verità, occorre fermarla, non lasciarla sfuggire. Maturo e articolato, anche nell'uso di neologismi, appare il linguaggio del poeta in questo componimento di complessa analisi esistenziale.
Agostina Spagnuolo
Copyright 2001-2015 Trevico.net - Tutti i diritti riservati
Credits | Contatti | Copyright | Privacy Policy



Ultimi aggiornamenti
Guestbook 07/12/2017
Eventi 21/10/2017
News 14/10/2017
Statistiche demografiche 23/09/2017


Valid HTML 4.01 Strict
CSS Valido!