Trevico
Home - Cultura - Proverbi Go to english version Giovedì 18 Gennaio 2018 20:31


Condividi Facebook Google+ Twitter LinkedIn

Proverbi

I proverbi di un popolo ne rispecchiano l'anima e la mente. Essi rappresentano la chiave di lettura della realtà attraverso la cultura popolare di cui, dunque, sono una delle più alte espressioni. Nella vita quotidiana, essi diventano fonte di utili insegnamenti, soprattutto per quello che riguarda la famiglia e l'agricoltura.
Ogni proverbio è senz'altro una sentenza e, anche se si riferiscono a tempi ben diversi e più difficili per la mancanza delle comodità e degli agi di cui godiamo oggi, da essi emerge una vita basata sulla moralità, l'onore, il rispetto ed il lavoro.

A | B | C | D | E | F | G | I | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V

Dij avit'n' iumara sorda, nun passà ca t'anniegh'.
Dio scansaci da un ruscello sordo, non passare perché anneghi.

Dij avit'n' r' 'n'z'ngalat' mij.
Dio liberaci dalle malformazioni.

Dij avit'n' ra lu p'rocchij carut' n'dà la farina.
Dio liberaci dal pidocchio caduto nella farina.

Dij avit'n' ra lu ricch' app'zz'ndì e lu pov'r' arr'cchì.
Dio liberaci dal ricco che diventa povero e dal povero che si arricchisce.

Dij scanz'c' ra chi uarda n'erra.
Dio scansaci da chi guarda per terra.

Donna, nun d' fa abb' r' li mij rulur' ca quann' li mij so biecchij, li tuij so nuov'.
Donna, non ti burlare dei miei dolori perché quando i miei saranno vecchi, i tuoi saranno nuovi.

Copyright 2001-2015 Trevico.net - Tutti i diritti riservati
Credits | Contatti | Copyright | Privacy Policy



Ultimi aggiornamenti
Guestbook 07/12/2017
Eventi 21/10/2017
News 14/10/2017
Statistiche demografiche 23/09/2017


Valid HTML 4.01 Strict
CSS Valido!