Trevico
Home - Associazione Irpinia Mia Go to english version Lunedì 24 Aprile 2017 15:12


Condividi Facebook Google+ Twitter LinkedIn

Associazione Irpinia Mia

Presentazione
Principali attività
Soci
Contatti

Presentazione
L'Associazione Irpinia Mia nasce nel 2008 a Trevico come ente avente scopo culturale, che persegue esclusivamente finalità di utilità sociale, senza fini di lucro, neppure indiretto, né di tipo economico, politico o sindacale.
L'associazione ha per oggetto lo svolgimento di attività nei seguenti settori:
  • la valorizzazione e la promozione della cultura, della storia e delle tradizioni locali, riferite in specie al territorio del Comune di Trevico e, più in generale della Baronia e dell'Irpinia;
  • la valorizzazione e la promozione delle peculiarità socio-culturali e gastronomiche locali;
  • la promozione dell'istruzione, con riferimento alle attività di cui innanzi;
  • la tutela, la promozione e la valorizzazione dei beni di interesse storico, artistico e culturale, con particolare - ma non esclusivo - riferimento al territorio di Trevico;
  • la tutela e la valorizzazione della natura e dell'ambiente;
  • la rievocazione delle tradizioni del passato appartenenti alla comunità della Baronia per offrire anche alle nuove generazioni la conoscenza degli usi e delle consuetudini di allora, ancora vive nella memoria degli anziani;
e si avvale principalmente dell'opera personale, volontaria, spontanea, libera e gratuita dei propri associati.

Principali attività
L'Associazione Irpinia Mia, nasce da una serie di iniziative portate avanti negli anni precedenti alla sua realizzazione, da Mariangela Cioria che oggi ne è il presidente e da Patrizia Pizzulo, vice-presidente.
Infatti, dalla passione per la storia ed il patrimonio artistico e culturale del nostro paese, viene pubblicato nel 1999 il primo libro, "Trevico e i suoi figli" che ricostruisce la vita quotidiana del Comune e dei suoi dintorni e ne offre una ricca documentazione raccolta pazientemente per anni negli archivi comunali di Trevico.
In seguito a questa esperienza, nel 2001 viene realizzato un Cd Rom multimediale contenente non solo tutto il libro "Trevico e i suoi figli", ma anche file multimediali con canti, preghiere e racconti recitati dagli anziani che avevano permesso la realizzazione delle raccolte già presenti nel libro.

Ma le ricerche di Mariangela Cioria continuano e così, per dare maggiore visibilità al materiale raccolto negli anni precedenti, nel 2001 nasce il sito www.trevico.net che, nel corso degli anni si è andato continuamente arricchendo di materiale e fonti storiche, divenendo un punto di contatto soprattutto per gli emigranti che rivedono luoghi oramai lontani e rivivono momenti di storia passata.

Nel 2004, prende il via al Concorso Irpinia Mia con lo scopo di valorizzare tradizioni della nostra terra ma anche e soprattutto le sue bellezze e le sue risorse. Il concorso è suddiviso in due sezioni, fotografia e poesia. Riscuote successo in tutta Italia ma anche all'estero. Ogni anno viene proposto un tema diverso al quale i partecipanti sono tenuti a rispondere e il bando viene lanciato sul sito trevico.net.

Nel 2005, approfondendo la raccolta di notizie già effettuata in precedenza, viene realizzato il libro "Antichi mestieri della Baronia di Vico" contenente informazioni sugli antichi mestieri, che nel tempo, hanno sempre affiancato l'agricoltura diventandone, in molti casi, il supporto indispensabile. Il testo descrive in maniera puntuale attrezzi e attività artigianali molte della quali sono oramai scomparse.

Dopo la realizzazione di queste pubblicazioni, nel 2008 viene formalmente costituita l'Associazione Irpinia Mia in modo da poter realizzare anche delle manifestazioni di tipo culturale come quella organizzata proprio nello stesso anno, "L'arte dell'intreccio della castagna". Mariangela Cioria, infatti, aveva condotto una ricerca su questa antica arte attraverso la quale mani esperte intrecciavano le castagne per realizzare vari oggetti: cesti di varie misure, rombi, stelle, scarpe e tanto altro ancora.

Nel 2009, prende forma il libro "Un mondo di sapori antichi" in cui l'autrice presenta le antiche ricette delle nostre nonne portandoci in una cucina antica e povera, ispirata al bisogno, che trova proprio nella modestia degli ingredienti la sua raffinatezza. Il libro ha avuto l'onore di avere la prefazione del maestro Ettore Scola, nostro compaesano, che lo ha presentato a Roma nel dicembre dello stesso anno, in occasione dell'8va fiera nazionale della piccola e media editoria.

Durante le ricerche per quest'ultimo libro, sono state scattate diverse foto e girati numerosi filmati sulle tradizioni enogastronomiche irpine, pazientemente raccolti in un dvd "Un mondo di sapori antichi story", attraverso il quale sono stati raccolti dei fondi da destinare a progetti per risolvere la problematica dell'acqua della popolazioni africane.

Nel 2011, l'Associazione ha dato inizio al gemellaggio con la Città di Salerno ed il Centro Artisti Salernitani per uno scambio tra patrimoni artistici e culturali delle due comunità.

Nell'inverno del 2014, grazie alla collaborazione con il Gal Irpinia, vengono realizzate tre giornate dedicate alla degustazione di prodotti tipici locali, i legumi, le castagne ed il miele.

Dal 2015 l'Associazione partecipa a Leguminosa, portando alla prestigiosa manifestazione napoletana i legumi della Baronia.

Perseguendo con l'intento di recuperare le tradizioni, nel tentativo di sottrarre alla perdita definitiva un patrimonio di cultura contadina, ormai da tempo in lento, inarrestabile declino, Mariangela Cioria ritorna, nel 2015, sulla tematica del lavoro artigianale della sua terra con il libro "Mestieri Domani" corredato da un dvd documentario.

Durante l'anno scolastico 2015/2016, vengono realizzati dei laboratori artigianali nella scuole della Baronia attraverso i quali, artigiani locali, hanno insegnato i segreti della loro arte ai ragazzi.

Il 2016 è l'anno dedicato al maestro Ettore Scola, in onore del quale, Mariangela CIoria e Giuliana Caputo scrivono "A chi appartieni? Ettore Scola - Trevico", un breve romanzo sull'infanzia che il maestro ha trascorso a Trevico, insieme al fratello PIetro, nei primi anni di vita.

Soci
L'Associazione può ammettere la partecipazione, in qualità di associati, di terzi soggetti, siano essi persone fisiche, giuridiche, enti, privati o pubblici, previo versamento della relativa quota d'iscrizione, fissata in euro 10,00.
Gli associati hanno diritto a:
  • frequentare la sede dell'associazione;
  • partecipare alle assemblee dell'associazione;
  • esprimere il proprio diritto di voto nelle assemblee;
  • usufruire dei servizi messi a disposizione dall'Associazione;
Gli associati devono:
  • rispettare lo statuto dell'Associazione;
  • partecipare alle assemblee dell'associazione;
  • onorare il versamento annuale della quota associativa;
  • fornire all'associazione le informazioni e le notizie utili al raggiungimento degli scopi associativi;
  • informare l'associazione con un preavviso di almeno 90 giorni, a mezzo lettera raccomandata, dell'intenzione di recedere dalla qualità di associato e comunque ciò non potrà essere anteriore all'anno dalla data di iscrizione.
Soci fondatori:
  • Mariangela Cioria - Presidente
  • Patrizia Pizzulo - Vice-Presidente
  • Giovanniello Walter
  • Giovanniello Antonio

Contatti
Associazione Irpinia Mia
V. D. Alighieri, 10
83058 Trevico AV
C.F.: 90011490647
IBAN: IT 62 S 07601 15100 000097074306
C/C: 97074306
e-mail: info@trevico.net

La quota di iscrizione è fissata in euro 10,00 e può essere versata direttamente all'associazione oppure sul conto corrente postale n.97074306 intestato a: Associazione Irpinia Mia, V. D. Alighieri 10, 83058 Trevico, AV.

Seguici anche su facebook: Seguici su facebook

Copyright 2001-2015 Trevico.net - Tutti i diritti riservati
Credits | Contatti | Copyright | Privacy Policy



Ultimi aggiornamenti
Eventi 07/05/2017
News 02/04/2017
Concorso Irpinia Mia 2017 28/02/2017
Statistiche demografiche 20/12/2016


Valid HTML 4.01 Strict
CSS Valido!