Trevico
Home - Cultura - Proverbi Go to english version Venerdì 20 Luglio 2018 12:54


Condividi Facebook Google+ Twitter LinkedIn

Proverbi

I proverbi di un popolo ne rispecchiano l'anima e la mente. Essi rappresentano la chiave di lettura della realtà attraverso la cultura popolare di cui, dunque, sono una delle più alte espressioni. Nella vita quotidiana, essi diventano fonte di utili insegnamenti, soprattutto per quello che riguarda la famiglia e l'agricoltura.
Ogni proverbio è senz'altro una sentenza e, anche se si riferiscono a tempi ben diversi e più difficili per la mancanza delle comodità e degli agi di cui godiamo oggi, da essi emerge una vita basata sulla moralità, l'onore, il rispetto ed il lavoro.

A | B | C | D | E | F | G | I | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V

Fa cum sì fatt' ca nun sì chiamat' né fess' e mangh' matt'.
Fai come sei fatto che non sei chiamato né fesso e nemmeno matto.

Facij fridd' pur' sott' a lu ciel' r' la lenga.
Fa freddo pure sotto il palato.

Famm' prim' e famm' ciuccij.
Fammi primo anche se mi fai asino.

Fatt' 'n'gastagnà ma nun d' fà 'n'funucchià.
Fatti incastagnare ma non farti infinocchiare.

F'bbrar' curt' e amar', s' li iuorn' suij fuss'r' tutt', facess' f'rrà lu vin' 'ndà r' bott'.
Febbraio corto e amaro, se i giorni fossero tutti, farebbe gelare il vino nelle botti.

Fecca e sfecca pur' nu sulliev'.
Infila e sfila è pure un sollievo.

Femm'n' cannarut' Dij r'aiuta.
Donne golose Dio le aiuta.

Femm'n' senza piett', armal' senza piatt'.
Femmine senza petto, credenza senza piatti.

Femm'na sp'nz'rata, casa aperta.
Donna spensierata, casa aperta.

Festa e mal' tiemb' Maronna mia!
Festa e maltempo Madonna mia!

Figl' piccul' uai piccul', figl' gruoss' uai gruoss', figl' spusat' uai radduppiat'.
Figli piccoli guai piccoli, figli grandi guai grandi, figli sposati guai raddoppiati.

Fil' luongh', mastr' paccij.
Filo lungo, maestro pazzo.

Fresca la urechhia r'ritta, cor' afflitt'.
Fischia l'orecchio destro, cuore afflitto.

Frustier' frustat' razza r' Bagnol'.
Forestieri frustati razza di Bagnoli.

Fuscij a prim'ira, ma nun fuscij a l'ira r' Dij.
Scappa davanti alla prima ira, ma non all'ira di Dio.

Fuscij quand' vui ca qua t'aspett'.
Scappa quanto vuoi che qui ti aspetto.

Copyright 2001-2015 Trevico.net - Tutti i diritti riservati
Credits | Contatti | Copyright | Privacy Policy



Ultimi aggiornamenti
Eventi 05/08/2018
Guestbook 10/07/2018
News 12/05/2018
Statistiche demografiche 27/03/2018


Valid HTML 4.01 Strict
CSS Valido!