Trevico
Home - Monumenti - Port'Alba Go to english version Giovedì 24 Settembre 2020 14:42


Condividi Facebook Google+ Twitter LinkedIn

Port'Alba

Port'Alba All'ingresso di Via Roma, asse viario centrale dell'agglomerato medioevale, è ancora esistente Porta Jacovella o Port'Alba del 1578. E' costituita da un arco a tutto sesto composto da doppi conci affiancati di pietra squadrata, sorretto da due pilastri in pietra lavica e sormontato da una loggetta nella quale era probabilmente collocata una statuetta della Dea Trivia, la divinità protettrice del paese dalla quale forse avrebbe preso anche il nome. Superiormente sono visibili tre stemmi nobiliari tra cui quello dei Loffredo di Vico, signori del luogo dal XVI al XIX secolo. Furono proprio i Loffredo a cingere il paese di mura aprendo tre porte delle quali una è Port'Alba, rivolta verso oriente, le altre due, delle quali non vi è più traccia, sono: Porta del Ricetto, adiacente all'attuale casa Calabrese rivolta a Mezzogiorno, verso l'attuale località Ariella che allora era "foresta"; Porta dei Calderai, in prossimità di casa Ippolito Petrilli, rivolta a Ponente, verso i casali della Baronia ed Aeclanum. Nel 1715 i resti di quest'ultima furono trasferiti presso l'attuale casa Calabrese ove una lapide ne ricorda ancora l'evento di cui s'ignorano i motivi.

Port'Alba costituisce oggi il simbolo di questa piccola comunità ed è stata, come lo è tutt'oggi, protagonista di curiose tradizioni. Le spose, infatti, nel giorno del loro matrimonio, passano attraverso l'arco in segno di buon augurio. In occasione dei funerali, il feretro attraversa l'arco per liberare l'anima dai peccati terreni.

Port'Alba

Copyright 2001-2019 Trevico.net - Tutti i diritti riservati
Credits | Contatti | Copyright | Privacy Policy


Ultimi aggiornamenti
News 28/08/2020
Eventi 19/08/2020
Statistiche demografiche 21/01/2019
Guestbook 25/03/2018


Valid HTML 4.01 Strict
CSS Valido!