Trevico
Home - Monumenti - La Cripta Go to english version Lunedì 20 Novembre 2017 1:21


Condividi Facebook Google+ Twitter LinkedIn

La Cripta

La Cripta Situata nel succorpo della Cattedrale, ma con ingresso indipendente (il portale gotico presenta la data 1409 e due fregi in bassorilievo) pare dovesse essere il primo tempio pagano dedicato alla Dea Trivia. Fu riaperta dopo il terremoto del 1980, poiché l'ingresso era ostruito da muratura e sprangatura in quanto l'ambiente era colmo di ossa umane.
Durante il restauro, vennero alla luce: l'altare sacrificale, due statue lignee della Madonna della Libera, una risalente al XIV secolo e l'altra al XVI secolo; reperti lapidei e tufacei; tracce di affreschi, questi ultimi probabilmente, opera di allievi napoletani di Giotto.
La Cripta Entrando nella Cripta, a destra, è situato un portale interno su cui è murata una statua di S. Paolo Apostolo. Sul pilastro centrale, sono dipinte due figure poco riconoscibili. Potrebbero essere S. Marco africano, primo Vescovo della Diocesi e S. Euplio patrono di Trevico.
La Cripta ancora oggi è ricca di significati per l'orientamento verso il sorgere del sole (Cristo vera luce), per la teoria della luce (la finestrella sotto il trono del Cristo la inonda dei raggi del sole del primo mattino; le due monofore del lato sud-est la inondano di luce per tutto il giorno), per la destinazione secolare a sepolcreto di diverse generazioni ed infine per le pitture medioevali.
La Cripta Il ciclo absidale di circa 11 mq, presenta al centro Gesù Cristo in trono, circondato dai Santi: Pietro Apostolo, Caterina di Alessandria e Antonio Abate a destra; Giovanni Battista, Madonna con il Bambino e Guglielmo Vercelli a sinistra. Il Cristo circondato dai Santi ricorda al visitatore che la grandezza, la signoria, la liberazione dell'uomo, poggia sul sacrificio, sulla donazione amorosa della propria umanità e sulla verità Gesù Cristo.
La Cripta Dopo il portale interno, si ammira un trittico raffigurante S. Domenico di Guzman, S. Caterina da Siena ed incappucciati di una congrega trevicana.
Sulla parte sinistra è collocato un pannello raffigurante una Madonna con Bambino del secolo XV.
La Cripta Di fronte all'ingresso della Cripta si trova un Tiglio plurisecolare (1692) dove nell'ottocento si riunivano i funzionari del comune per discutere di questioni importanti. Durante il periodo del brigantaggio, tra il 1820 ed il 1860, venne utilizzata per impiccarvi qualche brigante.


La Cripta

Copyright 2001-2015 Trevico.net - Tutti i diritti riservati
Credits | Contatti | Copyright | Privacy Policy



Ultimi aggiornamenti
Eventi 21/10/2017
News 14/10/2017
Statistiche demografiche 23/09/2017
Ricordi quando 18/07/2017


Valid HTML 4.01 Strict
CSS Valido!